Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

“Trame Sonore” Mantova Chamber Music Festival

30 maggio - 3 giugno

Centro storico di Mantova - Mantova

Si aprirà mercoledì 30 maggio, per chiudersi solo nella tarda sera di domenica 3 giugno, il sipario sulla sesta edizione di “Trame Sonore” Mantova Chamber Music Festival, organizzato da Oficina OCM, in partenariato con la Direzione del Complesso Museale Palazzo Ducale Mantova e con il Comune di Mantova. Fedele alle tematiche e alle modalità divulgative, che da sempre la caratterizzano e che le sono valse un rapidissimo inserimento tra le manifestazioni di richiamo internazionale, l’edizione 2018 di “Trame Sonore” non rinuncia a rinnovarsi.

Istituisce il ruolo di Special Guest, appannaggio della pianista Maria João Pires. Ritiratasi ufficialmente dalle scene, la pianista portoghese a Mantova tornerà al pianoforte, per offrire un assaggio di “Partitura Project”, movimento da lei fondato che ripensa il ruolo dell’artista calandolo nel contesto sociale odierno, e a cui da tempo si dedica con energia e passione. Tra le principali new entry si segnalano in particolare anche: percorsi turistico-musicali in una Mantova segreta (“Hausmusik”), un circuito d’ascolto (“The Festivals Ring”) realizzato in sinergia con prestigiosi festival internazionali, un focus dedicato alla mantovanità di Vivaldi, in occasione dei 300 anni del suo primo e prolungato soggiorno in città, e l’attivazione di un palcoscenico per i cameristi di domani.

Alfred Brendel, icona del pianismo e intellettuale a tutto tondo, si riconferma Guest of Honor, e sarà protagonista di una lezione-concerto, mentre Alexander Lonquich resta l’imprescindibile Artist in Residence, la cui progettualità andrà a delinearsi, tra concerti e laboratori, lungo le 5 giornate di festival. L’edizione 2018 annuncia al loro fianco 300 artisti internazionali che daranno vita a 200 concerti, dal primo mattino a notte fonda, nei principali luoghi d’arte di Mantova.

Tra i nomi più prestigiosi attesi: Gilles Apap, Giovanni Sollima, Nurit Stark, Cèdric Pescia, Camerata RCO – Membri della Royal Concertgebouw Orchestra, Liuwe Tamminga, Quartetto Zaide, Bruno Canino, Gemma Bertagnolli, Alexey Stadler, Tay Murray, Jennifer Stumm, Johannes Fischer, Antonio Ballista, Gabriele Carcano, Ksenia Milas, Vladimir Mendelssohn, Ensemble Zefiro, Vox Musica of London, Danusha Waskiewicz, Jonian-Ilias Kadesha, Sentieri selvaggi, Cristina Zavalloni, Flavio Cucchi. L’Orchestra da Camera di Mantova concorrerà al cartellone con 5 concerti, distribuiti uno per ogni serata di festival.

A Palazzo Ducale, Teatro Bibiena, Palazzo Te, Rotonda di San Lorenzo, Palazzo D’Arco, Basilica di Santa Barbara, Palazzo Castiglioni, piazza Alberti, quali luoghi del Festival si aggiungeranno piazza Erbe (dove avrà sede la biglietteria-bookshop del Festival), Galleria Corraini, Centro culturale “Baratta”, Auditorium Monteverdi e una fitta rete di case private e cortili segreti tutti da scoprire grazie a mirati percorsi di visita e ascolto. L’edizione 2018 sarà un dedalo di percorsi tematici in luoghi di una Mantova in parte misteriosa, tra salotti privati e cortili segreti, che intende portare a pieno compimento l’idea chiave della manifestazione: ricollocare la musica da camera in contesti per i quali in origine fu concepita. Le sale di Palazzo Cantoni Marca, Palazzo Beccaguti Cavriani, Palazzo Panzera (oggi Corbellani) e Casa del Pittore, i cortili di Palazzo Valenti Gonzaga, Palazzo Cavriani, Casa del Mantegna, Palazzo Arrivabene, Palazzo Vescovile e Palazzo Mortara saranno gli spettacolari approdi del percorso intitolato “Hausmusik”.

Il Festival 2018 – patrocinato da Parlamento europeo, Commissione europea, Regione Lombardia, Provincia di Mantova, Prefettura di Mantova, Ambasciata della Repubblica d’Armenia in Italia, Confcommercio Mantova – è reso possibile da una fitta rete di sostenitori pubblici e privati, ma anche da collaborazioni con realtà culturali del territorio e internazionali. Associazione Amici dell’Ocm, Diocesi di Mantova, Associazione per i Monumenti Domenicani, Touring club italiano – club di territorio di Mantova, Corraini edizioni, Conservatorio di musica “L. Campiani”, Fai Mantova, Librerie Coop, Coop Librai Mantovani, Fondazione di Palazzo d’Arco, Centro culturale “Baratta”, Biblioficina, Cammina Mantova, Gli Scarponauti, Sistema bibliotecario Grande Mantova, Palazzo Castiglioni luxury suites, Il Cinema del Carbone concorrono alla realizzazione. A loro si affiancano realtà nazionali come Accademia di Santa Cecilia, Istituto Bruno Leoni, Università degli studi di Pavia, Alma Mater Studiorum Università di Bologna, Fondazione Aida, Juvenilia. Nonché quattro rinomati festival internazionali: Kammermusikfest Lockenhaus (Lockenhaus, Austria – direttore artistico Nicolas Altstaedt – prossima edizione 5-14 luglio 2018), West Cork Chamber Music Festival (Bantry, Irlanda – direttore artistico Francis Humphrys – prossima edizone 29 giugno-8 luglio 2018), The Kuhmo Festival (Kuhmo, Finlandia – direttore artistico Vladimir Mendelssohn – prossima edizione 14-28 luglio 2018) e Ilumina Festival (San Paolo, Brasile – direttore artistico Jennifer Stumm – prossima edizione gennaio 2019). Musicisti-ambasciatori dei quattro festival, insieme con Alexander Lonquich e l’Orchestra da Camera di Mantova, in rappresentanza dell’ospitante “Trame Sonore”, daranno forma a un percorso, “The Festivals Ring”, che intende allargare lo sguardo sull’universo della musica da camera, favorendo l’individuazione e la diffusione delle best practice.

Menzione particolare merita anche l’inedito palcoscenico per giovani cameristi, che va ad affiancarsi alla tradizionale sezione Kids con i suoi percorsi e ai progetti scuola per studenti delle primarie e secondarie. Youth Chamber Music Meeting è una sezione del programma, cui prenderanno parte musicisti under 15 selezionati tramite lo Youth Chamber Music Contest. Il 1° giugno in Palazzo Ducale queste giovani formazioni cameristiche, provenienti da Italia e Stati Uniti, s’interfacceranno, aprendo una finestra d’attenzione sul domani della cameristica.

Venendo ai focus, che d’abitudine “Trame Sonore” attiva, l’edizione 2018 si segnala per un’attenzione speciale a Claude Debussy, nei 100 anni della scomparsa, e ad Antonio Vivaldi, di cui ricorrono i 300 anni del primo e più duraturo (3 anni) soggiorno mantovano. In particolare, di quest’ultimo verranno eseguite – tra l’altro – le celeberrime Quattro Stagioni, affidate all’Orchestra da Camera di Mantova e a Jonian Ilias Kadesha, nella serata d’apertura, e Arie dal “Teuzzone”, opera composta proprio a Mantova.

Pur preannunciando accattivanti novità, il Festival – come si diceva – riconferma il format, che nei primi anni gli ha consentito di imporsi come una delle iniziative più originali e mediaticamente attraenti, e che di recente gli è valso l’inclusione, benché giovanissimo, nella ristretta lista delle attività culturali a cui il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali riconosce i benefici fiscali previsti dalla legge “Art Bonus”. Il traguardo raggiunto da Trame Sonore e da Oficina OCM, suo cuore creativo e operativo, è importante: imporsi tra gli appuntamenti d’arte e cultura più significativi e incisivi nel complesso dello sconfinato e prezioso patrimonio italiano, a fianco di istituzioni centenarie o kermesse di lunghissima data e fama internazionale. Grazie all’Art Bonus Trame Sonore e Orchestra da Camera di Mantova potranno attrarre nuovi capitali privati, che godranno di un credito d’imposta pari al 65% dell’erogazione effettuata (per i dettagli: artbonus.gov.it).

Per informazioni più dettagliate, sul programma di “Trame Sonore – Mantova Chamber Music Festival 2018” e sulle modalità di partecipazione per il pubblico, si rimanda al sito www.mantovachamber.com

Dettagli

Inizio:
30 maggio
Fine:
3 giugno
Categoria Evento:
Tag Evento:
,

Organizzatore

Mantova Chamber Music Festival
Telefono:
0376 36 86 18
Email:
info@mantovachamber.com
Sito web:
www.mantovachamber.com

Luogo

Centro storico di Mantova
Mantova, Italia