Crisi idrica, la Regione elogia enti mantovani venerdì 20 aprile 2012 Mantova news
HOME


Mantovanetwork.com
La tua spesa "local" su internet. I migliori prodotti mantovani ONLINE

0 0,00 seguici su facebook seguici su twitter
notizie

elenco news
Venerdì 20 Aprile 2012 15:44 - Crisi idrica, la Regione elogia enti mantovani

Mantova. La Regione Lombardia elogia gli enti mantovani per come hanno saputo gestire e contenere il deflusso di acqua dal Garda al Mincio durante gli ultimi mesi contribuendo così a mantenere stabile il lago a fronte di scarsissime precipitazioni. Un modello oculato che potrà rivelarsi molto importante e utile in vista dell’estate quando cominceranno le irrigazioni nei campi. L’annuncio è stato fatto ieri a Milano in occasione di un incontro per la valutazione delle disponibilità idriche in Lombardia per la stagione estiva 2012. Dal vertice, promosso dalla Direzione generale Ambiente, Energia e Reti, è emerso che l’autunno - inverno appena passati hanno presentato una anomalia di precipitazioni pari a -44% rispetto alla media del periodo di riferimento (ottobre – marzo), e di -63% per il trimestre gennaio – marzo. Qualche cenno di miglioramento che fa ben sperare per la risoluzione della grave carenza di acqua, si è avuto con aprile: nei primi 18 giorni ci sono state precipitazioni più intense nella fascia prealpina (+ 150 millimetri). Nel mantovano sono caduti invece meno di 50 millimetri: le piogge hanno interessato soprattutto l’Alto Mantovano (dove la quantità d’acqua caduta è superiore alla media) mentre nel resto del territorio siamo in deficit. Un’inversione di tendenza alla crisi idrica potremmo però averla già a breve: sino a lunedì le previsioni indicano precipitazioni diffuse, da martedì saranno più a carattere di rovescio. 

A maggio la piovosità prevista sarà nella norma. “Nonostante questo però – spiega l’assessore provinciale all’ambiente Alberto Grandi – la Regione ci ha chiesto di tenere alta la guardia perché gli invasi alpini sono sotto la media e anche tutti i bacini sono ampiamente al di sotto delle medie del periodo. Mantova, tra le province lombarde è stata una delle prime che ha cominciato a risparmiare acqua. Se il Garda è rimasto stabile, è perché nel mantovano è stato fatto erogato il minimo possibile proprio per salvaguardare il livello del lago. Il tutto è frutto di un tavolo di lavoro congiunto, coordinato dallo Ster, e che ha visto la partecipazione e collaborazione di Provincia, Consorzi di Bonifica e Aipo”. Il Garda attualmente è a 85 cm sopra lo 0 idrometrico, a fronte di una media, per questo periodo che è di circa 110 cm.



elenco news


condividi / invia a un amico


Internet partner: Sigla.com
[www.sigla.com]