Segni d’infanzia 2012 all’insegna del “bombo” martedì 24 aprile 2012 Mantova news


MANTOVA COM - Il portale di Mantova
Ogni mese ci scelgono 90mila persone!

0 0,00 seguici su facebook seguici su twitter
notizie

elenco news
Martedì 24 Aprile 2012 19:02 - Segni d’infanzia 2012 all’insegna del “bombo”

Mantova. La VII edizione del festival per l'infanzia si farà. La Direttrice artistica del festival, Cristina Cazzola, dopo aver valutato in questi mesi le reali possibilità di sopravvivenza del festival, insieme al sindaco Sodano, ha deciso di non rinunciare a quello che è ormai, l’evento culturale più amato dalle scuole, dai bambini e dalle famiglie. La notizia è arrivata insieme al tanto atteso annuncio del nuovo animale simbolo che andrà a caratterizzare Segni 2012: il bombo. Secondo alcuni autorevoli testi di tecnica aeronautica, il bombo, comunemente associato al calabrone, non può volare a causa della forma e del peso del proprio corpo in rapporto alla superficie alare. Ma lui non lo sa e perciò continua a volare. La ricerca del nuovo animale che aveva preso il via in febbraio durante il Carnevale, giunge al termine con la scelta di un particolarissimo insetto. Tra i tanti disegni inviati dai bambini, tra le coccinelle, i gufi, il camaleonte e le lumache, vi erano anche delle api. Indagando nella numerosa famiglia delle Apidae, gli organizzatori del festival si sono imbattuti nel bombo dalla grossa pancia pelosa e dalle piccole ali. Il bombo è stato per anni oggetto di studi che cercavano di svelare “il mistero del suo volo impossibile”. Secondo le leggi dell’aerodinamica questo insetto non può volare poiché il rapporto fra peso, forma del corpo e superficie alare risulta decisamente a favore della forza di gravità. Eppure il bombo vola! Ma cosa rende possibile in natura qualcosa che per la fisica sembra impossibile? Il segreto sta nel movimento estremamente complesso delle sue ali: non battono solo dall’alto in basso, ma ruotano anche su loro stesse avanti e indietro. Questo è stato sufficiente per far eleggere il bombo a simbolo di un evento culturale complesso e necessario come Segni d’infanzia. Segni d’infanzia e il Comune di Mantova, hanno dovuto trovare nuove energie e nuovi modi di usarle per immaginare la settima edizione del festival. Ciò che renderà possibile il volo del festival saranno, sempre di più, le relazioni con le associazioni del territorio e con tutti coloro che vorranno dare anche un piccolo aiuto alla sua realizzazione. Finanziatori, sponsor tecnici e volontari volenterosi sono i benvenuti: iniziano i lavori per Segni d’infanzia 2012. Nato nel 2006 da un’idea di Dario Moretti, artista mantovano di fama internazionale, il festival nel giro di sei edizioni ha acquisito un’identità fortemente riconoscibile e si trova oggi a vivere con la settima edizione una nuova avventura con un nuovo animale e, perché no, un nuovo disegnatore.

Dario Moretti passa il testimone del segno grafico a Francesco Tullio Altan, il disegnatore che attraverso la Pimpa è il simbolo dell’infanzia di tanti genitori e che grazie alla sua vena satirica sembra ideale per forgiare, attraverso l’immagine del bombo, una pungente identità al festival 2012. Tante le novità dunque, ma non cambia la modalità di elaborazione della veste grafica affidata ai tradizionali appuntamenti di preparazione al festival. A breve, infatti, ripartiranno i laboratori artistici in collaborazione con la Thun spa.



elenco news


condividi / invia a un amico


Internet partner: Sigla.com
[www.sigla.com]