La cucina mantovana ha da sempre un particolare gusto che la rende diversa da quella tipicamente lombarda. Aristocratica per la tradizione della corte ducale dei Gonzaga, abbonda di primi piatti: in particolare la pasta ripiena (agnolini, tortelli e ravioli) e i risotti (risotto alla pilota, con le rane, con il pesce). Per i secondi, sono abbondanti i pesci d’acqua dolce (luccio, anguilla, gamberetti di fiume, rane) e la carne (stracotto, cappone, maiale). Tra i dolci domina la “sbrisolona”, seguita dalla millefoglie, la torta di tagliatelle, l’anello di Monaco, l’Elvetia, la bignolata, le ciambelle e infine il “sugolo”, budino di mosto di uva rossa o bianca tipico nel periodo della vendemmia.
Qui trovate alcune delle ricette più diffuse

Torta di Tagliatelle

La torta di tagliatelle è un dolce della tradizione mantovana tra i più apprezzati. La preparazione avviene in due tempi: prima la preparazione della sfoglia che arricchirà a strati la torta a tagliatelle sottilissime e quindi l’impasto di mandorle e zucchero

Capunsei

I capunsei, conosciuti anche come “gnocchi di pane” sono un tipico primo piatto della tradizione contadina dall’alto mantovano, molto sostanzioso, che può essere consumato in brodo o asciutto e condito con burro fuso o ragù.